Set 242012
 

Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti

Comune di INZAGO (MI)

Al bando le autocaravan

 

Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti

Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti

Con ordinanza n. 68 prot. n. 11072 del 27 luglio 2012, il Comandante della Polizia Locale di Inzago, Giulio Ferrandi ha istituito “il divieto di sosta oltre le 24 ore, con rimozione forzata, dei caravan, autocaravan, camper e simili, su tutto il territorio comunale” fatta eccezione per tre parcheggi.

Nella motivazione dell’ordinanza si legge che:

  • le autocaravan in sosta arrecano problemi alla viabilità e alla visualità degli utenti della strada;
  • la sosta delle autocaravan per lunghi periodi di tempo, toglie parcheggi a disposizione per la sosta temporanea di altri veicoli;
  • le autocaravan deturpano l’ambiente e il decoro urbano;
  • le autocaravan possono rappresentare problemi alla sicurezza pubblica in quanto, a causa delle loro dimensioni, hanno la capacità di nascondere gli accessi alle abitazioni favorendo l’occasione di atti criminosi nelle proprietà private;
  • l’occupazione della strada da parte di veicoli di grosse dimensioni per lunghi periodi non consente la pulizia del suolo;
  • hanno la necessità di individuare aree per il parcheggio delle autocaravan;

Un’ordinanza abnorme, discriminatoria, offensiva e illogica che dimostra non solo l’ignoranza della legge ma una vera e propria mancanza di educazione. Un provvedimento la cui gravità è superata solo dalla miopia dell’amministrazione di Inzago.

L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti si è attivata rapidamente al fine di evitare contenziosi con oneri per gli utenti in autocaravan e lo stesso Comune di Inzago.

Con istanza datata 8 agosto 2012 l’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti, dopo aver spiegato i principi in materia di circolazione e sosta delle autocaravan richiamando la normativa, la sua ratio e delle direttive ministeriali non senza infirmare le argomentazioni contenute nell’ordinanza, chiedeva al Comandante della Polizia Locale di Inzago di presentare pubbliche scuse per aver scritto che la sosta delle autocaravan deturpa l’ambiente e il decoro urbano e di annullare d’ufficio l’ordinanza con relativa rimozione della segnaletica.

In particolare si ricordava all’amministrazione di Inzago che con legge n. 336/91 e successivo Codice della Strada, il legislatore è intervenuto per evitare i contenziosi tra utenti in autocaravan ed enti proprietari delle strade con una ratio semplice e chiara, portatrice di una serie di innovazioni tra le quali la netta distinzione tra sosta e campeggio e l’applicazione, alle autocaravan, della stessa disciplina prevista per gli altri veicoli ai fini della circolazione stradale in genere e agli effetti dei divieti e limitazioni previsti negli articoli 6 e 7 (art. 185 c.d.s.).

Né il Comune di Inzago, né il Comandante Giulio Ferrandi fornivano alcuna risposta.

Anziché fornire riscontro, il Comandante della Polizia Locale di Inzago a seguito di un’attività di accertamento circa la presenza di autocaravan sul territorio, inviava ad alcune famiglie proprietarie di autocaravan una lettera con cui invitava a rimuovere le autocaravan avvertendoli dell’applicazione della sanzione e della rimozione coatta con relative spese.

Alla luce di tale comportamento, l’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti in data 11 settembre 2012 trasmetteva una seconda istanza al Comune e al Comandante della Polizia Locale di Inzago per capire:

  1. se dopo aver disposto un divieto è consuetudine della Polizia Locale effettuare una ricognizione per accertare l’esatta collocazione sul territorio dei veicoli oggetto del provvedimento al fine di trasmettergli una lettera;
  2. se dopo aver disposto un divieto per una o più categorie di utenti o veicoli è consuetudine che il Comando di Polizia Locale formuli lettere e le trasmetta ai cittadini proprietari di un veicolo oggetto del provvedimento;
  3. quali sono e a quanto ammontano le risorse economiche e umane che sono state impegnate per le operazioni di accertamento della presenza di autocaravan sul territorio e per la trasmissione della lettera di invito alla rimozione.

    Anche a questa seconda istanza, il Comune e il Comandante della Polizia Locale di Inzago non hanno dato risposta.

    Il Responsabile Giulio Ferrandi ha pensato invece di vietare la sosta nei giorni dal 15 settembre al 17 settembre 2012 in via Spadolini per una manifestazione denominata “1° Concorso cani fantasia”. Il caso (o altro) vuole che sia stato scelto proprio uno dei tre parcheggi che sarebbe stato riservato alle autocaravan. Disagio su disagio, come ci ha scritto un cittadino di Inzago.

    A tutto ciò si aggiunga che la Gazzetta della Martesana del 3 settembre 2012 con un articolo dal titolo “Già in bilico la nuova ordinanza anti-camper. A Rodano, per un’analoga disposizione, il Comune è stato costretto fare marcia indietro dopo un ricorso” riportava la notizia che il Comune di Rodano, a seguito del ricorso dell’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti, ha dovuto modificare il testo della propria ordinanza avvertendo il Comune di Inzago del rischio di un’analoga sorte.

A NOI IL COMPITO DI PROSEGUIRE NELl’azione QUOTIDIANA PER TUTELARE LA circolazione e sosta delle autocaravan nel rispetto delle norme di legge, con conseguente revoca delle ordinanze anticamper e successiva rimozione della segnaletica e/o delle sbarre ad altezza ridotta dalla sede stradale.

A TUTTI I CAMPERISTI IL COMPITO DI segnalarci i divieti e/o le sbarre anticamper e di associarsi, alimentando così il fondo comune che ci permette di sostenere economicamente le molteplici attività tecnico-giuridiche necessarie per acquisire i provvedimenti istitutivi delle limitazioni alle autocaravan, analizzarli, formulare e inviare istanze/ricorsi/diffide al fine di farne dichiarare l’illegittimità e far rimuovere i divieti e/o le sbarre.

     Di seguito una sintesi, in ordine cronologico, delle attività messe in campo dall’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti per ripristinare la corretta applicazione della legge in materia di circolazione e sosta delle autocaravan nel Comune di Inzago.

27 luglio 2012

Il Comandante della Polizia Locale di Inzago, Giulio Ferrandi con ordinanza n. 68 prot. n. 11072 ha istituito il divieto di sosta oltre le 24 ore, con rimozione forzata, dei caravan, autocaravan, camper e simili, su tutto il territorio comunale, eccetto nelle seguenti aree: parcheggio sito in via Spadolini (casetta dell’acqua), parcheggio di via Turati (area feste) e parcheggio in via Orchidee tra via Tulipani e via Dei Glicini.

6 agosto 2012

Un camperista di Inzago informa l’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti inviando l’ordinanza n. 68 prot. n. 11072.

8 agosto 2012

L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti invia istanza al Comune e al Comandante la Polizia Locale di Inzago chiedendo di presentare pubbliche scuse e di annullare d’ufficio l’ordinanza.

3 settembre 2012

Un camperista di Inzago ci invia la lettera con cui Giulio Ferrandi, Comandante della Polizia Locale lo invita a rimuovere il suo autocaravan pena l’applicazione della sanzione amministrativa, della rimozione coatta e delle relative spese di rimozione.

3 settembre 2012

La Gazzetta della Martesana con un articolo dal titolo “Già in bilico la nuova ordinanza anti-camper. A Rodano, per un’analoga disposizione, il Comune è stato costretto fare marcia indietro dopo un ricorso” riportava la notizia che il Comune di Rodano, a seguito del ricorso dell’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti, ha dovuto modificare il testo della propria ordinanza avvertendo il Comune di Inzago del rischio di un’analoga sorte.

5 settembre 2012

Un camperista di Inzago ci informa che i segnali di parcheggio riservato autovetture sono stati installati.

11 settembre 2012

L’Associazione Nazionale Coordinamento Camperisti invia una seconda istanza al Comune e al Comandante la Polizia Locale di Inzago chiedendo informazioni e spiegazioni sulla lettera inviata dal Comandante Ferrandi alle abitazioni delle famiglie in autocaravan, sul modus operandi della Polizia Locale nel momento in cui è istituito un divieto e sulle risorse impiegate per l’attività di accertamento e di trasmissione della lettera.

11 settembre 2012

Un camperista di Inzago ci informa che i segnali di divieto di sosta su tutto il territorio comunale di Inzago eccetto i tre parcheggi sono stati installati all’ingresso del Comune.

15 settembre 2012

Un camperista di Inzago ci informa che Giulio Ferrandi, Comandante di Polizia ha istituito un divieto di sosta dal 15 settembre al 17 settembre 2012 per manifestazione denominata “1° Concorso cani fantasia” in via Spadolini, proprio ove l’ordinanza 68/2012 aveva riservato la sosta alle autocaravan.

[suffusion-the-author]

[suffusion-the-author display='description']

Sorry, the comment form is closed at this time.