Apr 022017
 

Le vie del Marmo

Vi invitiamo a partecipare alla presentazione de Le vie del Marmo che CarraraFiere  insieme al Comune di Carrara e

​con il supporto de Il TAU Tour Operator e Guide Turistiche effettuerà il 4 APRILE alle ORE 11:30 presso lo stand della Regione Toscana PAD.4/S Stand C 37-41, F 36-42, a​lla BIT FieraMilanoCity.
Un’occasione per scoprire il volto di una Carrara

capace di emozionare i visitatori  attraverso i suoi percorsi turistici fortemente connotati dalla sua storia e dal marmo.

Carrara e i suoi percorsi, Le vie del Marmo si presentano alla BIT di Milano

Martedì 4 aprile alle ore 11.30 presso lo stand di Regione Toscana / Toscana Promozione Turistica, IMM e il Comune di Carrara presenteranno una Carrara capace di emozionare i visitatori,  attraverso i suoi percorsi turistici fortemente connotati dalla sua storia e dal marmo.   

L’ Assessore alla Cultura con delega alla promozione internazionale del Marmo del Comune di Carrara, Giovanna Bernardini, introdurrà  la presentazione a cura di Gabriele Giuntoni (Il Tau – tour operator e guide turistiche) che ci proietterà nel centro storico di Carrara, tra le sue cave, la sua storia e i suoi percorsi turistici.

Il mondo del marmo non è, soltanto, l’estrazione o la lavorazione di una pietra, ma la storia di un territorio e della sua popolazione che del marmo stesso, da sempre, sono sinonimi.  Una realtà diversa ed affascinante, fatta di fatica e genialità, di sudore antico e tecnologia moderna. Le cave, le tecniche e la Storia, certamente, ma anche i borghi millenari dei cavatori, le loro abitudini, il loro linguaggio, il cibo e la storia quotidiana.
Visitare le  cave di marmo, i tanti ateliers di scultura, le segherie e i laboratori consente, in assoluta sicurezza, il contatto diretto coi luoghi, le persone, gli strumenti, i macchinari ed i gesti quotidiani di sapienza antica. Significa entrare a contatto con un mondo di antiche tradizioni e scoprire, attraverso questa antica sapienza, la bellezza di un territorio e di una città, Carrara,  che vanta un centro storico inaspettato ed unico nel suo genere. Volgendo lo sguardo verso le Alpi Apuane che svettano fiere alle sue spalle non si può che rimanere incantati dalla loro maestosità e dalla storia che questi monti racchiudono come uno scrigno… di marmo.  Oggi è possibile effettuare dei veri e propri tour, accompagnati da esperti, che con delle jeep portano piccoli gruppi di persone fin sulle vette di una delle tre principali cave (Colonnata, Fantiscritti, Torano). Carrara però offre molto di più, e non solo per la vicinanza strategica alla rinomata Versilia: a Carrara si respira la cultura, quella vera. La città può essere visitata con percorsi turistici differenti, che privilegino di volta in volta aspetti diversi: i musei, il centro storico, la scultura, il marmo.

Carrara e il suo Centro Storico

Carrara ha il suo monumento più interessante nel Duomo, un edificio in stile romanico-gotico edificato tra l’XI e il XIV secolo. L’edificio dedicato a Sant’Andrea è rivestito di marmo presenta una facciata con un pregevole portale romanico e con un bellissimo rosone centrale. Il campanile risale al XIII secolo. L’interno del duomo è a tre navate con archi a tutto sesto su colonne e vi si trovano numerose opere d’arte.  Dal Duomo parte la via Santa Maria, la più caratteristica strada della Carrara medievale, la via porta fino alla piazza dell’Accademia dove si trovano il palazzo dell’Accademia di Belle Arti, ex residenza dei Cybo Malaspina risalente al XVI secolo, e la seicentesca chiesa del Carmine. Nell’Accademia delle Belle Arti si trovano pregevoli esempi di arte romana, tra cui sculture, steli funerarie e altari, molto interessante è l’edicola Fantiscritti di età severiana. Nella vicina piazza Alberica, la piazza più nobile della città, si trovano alcuni interessanti palazzi del XVII secolo come il palazzo dei Conti del Medico e il Palazzo delle Logge.

Carrara e i suoi musei

Il Museo Civico del marmo, sorto nel 1982 su iniziativa del Comune di Carrara, è sede della memoria storica della città della quale raccoglie la cultura con lo scopo di conservarla e valorizzarla. Conserva opere di rara bellezza, quali reperti archeologici rinvenuti in cava, strumenti per l’estrazione e la lavorazione dall’epoca romana ai giorni nostri.
Le collezioni museali sono articolate in alcune sezioni interne e in un’area esterna e – attraverso un interessante approccio interdisciplinare – offrono al visitatore un’immagine complessa ed affascinante del patrimonio locale. All’interno è presente uno spazio multimediale creato con lo scopo di dare voce e parola alla millenaria cultura del marmo, utilizzando le nuove tecnologie audio-visive ed informatiche.

Il CAP Centro Arti Plastiche è il nuovo museo di Carrara dedicato all’arte contemporanea. Allestito all’interno di una suggestiva sede quale l’ex Convento di San Francesco, il museo raccoglie l’importante collezione di opere d’arte contemporanea che appartengono al patrimonio del Comune. La collezione è formata dalle acquisizioni delle Biennali Internazionali di Scultura realizzate a Carrara fra il 1957 e il 1973, dalle opere degli artisti che hanno partecipato alla mostra “Disegnare il marmo” del 2004 e dalle sculture acquisite a seguito

della XII Biennale Internazionale di Scultura del 2006. Il museo testimonia lo sviluppo artistico della città, fortemente connotato dalla sua storia e dal marmo.

Carrara è anche mare

Percorrendo in auto il viale di palme che lo costeggia, in una giornata assolata di primavera, spiccano le insegne dei bagni che come per magia riportano la mente indietro nei favolosi anni ‘70. Profonde spiagge, che si sono aggiudicate una delle 18 Bandiere blu della regione Toscana, si alternano tra tratti liberi e stabilimenti balneari che offrono ai propri clienti giornate dedicate a bagni, sole e passeggiate sulla spiaggia dorata.

 

White Carrara Downtown (10-18 giugno 2017)

Un’esposizione di manufatti in marmo ci trasporterà in un percorso museale  all’interno del centro storico di Carrara e ognuno di questi manufatti sarà il pretesto per raccontare la storia di Carrara e per creare un legame tra il prodotto “marmo” e il suo territorio. Carrara è una grande “fiera diffusa” al naturale, con le sue aziende e con le sue cave a cielo aperto. Una settimana interamente dedicata al marmo: dal cibo ai percorsi turistici. Molti gli eventi collaterali allo studio per offrire ai visitatori un vero e proprio «fuorisalone» che racconterà la città, le aziende lapidee e storie incredibili fatte di uomini, di lavoro, di oggetti, di prodotti, di design, di ricerca, di conoscenza e di grande passione  con la potenza – e al tempo stesso con la sensibilità – di un linguaggio visivo unico ed emozionante che si fa  “viaggio”  attraverso le bellezze del raffinato centro storico carrarese.

Evento organizzato da CarraraFiere/IMM con il supporto e patrocinio del Comune di Carrara.

[suffusion-the-author]

[suffusion-the-author display='description']

Sorry, the comment form is closed at this time.