Mag 152013
 

MAREMMA WINE FOOD SHIRE 2013
La Maremma si racconta nelle antiche piazze di Grosseto
Due  giorni all’apertura della prestigiosa vetrina della Maremma che “invaderà” le vie e le piazze del centro storico di GROSSETO
dal 17 al 19 maggio, dal mattino fino a notte.

MAREMMA WINE FOOD SHIRE 2013  La Maremma si racconta nelle antiche piazze di Grosseto

MAREMMA WINE FOOD SHIRE 2013
La Maremma si racconta nelle antiche piazze di Grosseto

120 espositori tra wine, food e artigianato artistico, 8 tra associazioni e consorzi di valorizzazione delle produzioni, oltre 50 buyers provenienti da 14 Stati di tutto il mondo, tra cui Emirati Arabi, Usa, Germania, Inghilterra, Taiwan per incontri B2B serrati ed una cornice straordinaria e quanto mai suggestiva: il centro storico del capoluogo maremmano che per tre giorni diventa a tutti gli effetti il “salotto buono” della Maremma.

Questa sarà l’edizione 2013 del Maremma WineFood Shire. Per la prima volta la grande kermesse organizzata dalla Camera di Commercio in collaborazione con il Comune di Grosseto e la Provincia di Grosseto lascia i centri fieristici e “invade” la città per una tre giorni di grande festa fino a notte fonda.
In campo i sapori di una terra, i suoi profumi, i protagonisti di storie d’eccellenza; una vetrina delle eccellenze enogastronomiche locali, ma non solo, perchè in mostra ci sarà anche l’arte, le tradizioni artigianali, la cultura, uno stile di vita. 

MAREMMA WINE FOOD SHIRE 2013  La Maremma si racconta nelle antiche piazze di Grosseto

MAREMMA WINE FOOD SHIRE 2013
La Maremma si racconta nelle antiche piazze di Grosseto

Il calendario è ricchissimo di appuntamenti tra convivialità, cultura del gusto e valore del cibo. Parteciperanno con i loro prodotti di qualità, dal vino ai salumi ai formaggi, le maggiori e più prestigiose aziende agricole della provincia, mentre chef, esperti enogastronomici, enologi, operatori del settore accompagneranno buyers, ospiti e cittadini nel viaggio alla scoperta dei sapori di questa terra meravigliosa.

Il taglio del nastro è previsto il 17 maggio alle ore 17.00, seguirà, alle 17.30, un talk show inaugurale dal titolo “Grosseto capitale della Maremma” in cui interverranno il presidente della CCIAA Giovanni Lamioni, il presidente della Provincia Leonardo Marras ed il sindaco di Grosseto Emilio Bonifazi. L’incontro sarà moderato dal giornalista esperto di enogastronomia Paolo Massobrio, mentre Andrea Guolo presenterà i dati sull’inchiesta “La Maremma per i 100 vip”, effettuata dalla redazione di Papillon contattando personaggi del mondo dello spettacolo, dello sport, politici e uomini della finanza.

A conclusione saranno premiati i vincitori del concorso fotografico “Passione di Maremma” lanciato dalla Camera di Commercio per la valorizzazione dell’immagine del patrimonio storico, ambientale e naturalistico del territorio, promuovendo il “brand Maremma”, la strategia di marketing alla base di molte progettualità avviate negli ultimi anni dall’Ente camerale, compreso l’evento Maremma WineFood Shire. Le foto che hanno partecipato al concorso saranno in mostra presso il Museo Archeologico e d’Arte della Maremma fino al 26 maggio.

Spazio sarà dato anche all’educazione alimentare, partendo dalle giovani generazioni. La Sala Contrattazioni della CCIAA  sabato 18 alle 10.30 si trasformerà in un laboratorio del gusto, dove i bambini si cimenteranno nella “Caccia al cacio” per riconoscere la qualità dei formaggi maremmani.

Uno dei momenti più coinvolgenti però per il grande pubblico sarà il pomeriggio del sabato quando le specialità locali, le tradizioni agroalimentari e quelle enologiche saranno raccontate da Paolo Massobrio e dal “Golosario” in un percorso itinerante nelle vie del centro storico. Ad accompagnare Massobrio in questa narrazione itinerante i Briganti di Maremma con i loro canti della tradizione.

A partire dalle ore 19.00 – ancora del 18 maggio – si svolgerà in Camera di Commercio una delle iniziative più particolari e destinate ad incuriosire: Marco Lombardi presenta la sua “Cinegustologia… se il vino fosse un film”.  Un sommelier “sui generis” abbinerà 6 vini, che rappresentano i vitigni più rappresentativi della Maremma, ad altrettanti film a seconda delle sensazioni che essi esprimono. Ogni partecipante potrà poi fare la propria analisi “cinegustologica”.

Domenica 19 maggio l’attenzione si sposta sul vino: “wine tasting” e degustazioni guidate con il coordinamento di Massobrio e dell’enologo Graziana Grassini.
Sotto i riflettori anche i prodotti gastronomici e soprattutto alcuni dei migliori chef del territorio, e non solo, coinvolti in “cooking show” aperti al pubblico. Questo ed altro avverrà nella sala Contrattazioni di via Cairoli, mentre nelle vie e nelle piazze del “salotto buono della città” prenderanno posto gli stand degli espositori che rimarranno aperti dalle 10.30 della mattina fino alle 22.00. Non ci sarà angolo che non parlerà di Maremma.

Qualche anticipazione: in piazza del Sale si potrà imparare come si prepara il pesce seguendo le dimostrazioni pratiche dei produttori. Un’iniziativa, questa, inserita nel progetto “DiMaremma – Pesce d’autore”.  In piazza Baccarini, invece, si potrà degustare il sigaro toscano in abbinamento con i vini maremmani e i distillati e si potrà anche assistere alla “costruzione” di un sigaro a cura di una delle ultime “sigaraie” d’Italia.

Antichi piatti maremmani e ricette tradizionali saranno al centro degli speciali menù proposti dal 17 al 19 maggio nei ristoranti aderenti a Vetrina Toscana e alle “Strade del vino e dei sapori di Maremma”.


MAREMMA WINE FOOD SHIRE non è solo rivolto ai food and wine lovers ma è anche un’occasione per creare contatti e sinergie, facendo sistema per sostenere le eccellenze, sviluppando rapporti e mercati. Questo vuol dire BRAND MAREMMA rivolto alla diffusione e promozione internazionale attraverso la presenza di oltre 50 operatori internazionali e buyers impegnati in un fitto programma di incontri b-2-b e visite guidate sul territorio.

Parteciperanno infatti buyers da tutto il mondo che avranno modo di conoscere, oltre alle produzioni agroalimentari, anche la bellezza e l’accoglienza della città di Grosseto. Addetti del settore arriveranno da 14 Stati: Perù, Cina, Qatar, Messico, Russia, Turchia, Giappone, Marocco, Emirati Arabi, Stati Uniti, Germania, Polonia, Regno Unito e Taiwan.

Nella sezione arti e cultura il cinema sarà il protagonista dell’evento collaterale che si inserisce nel programma del Maremma WineFoodShire con il festival “DiVino Commedia” ed il Premio Mario Monicelli, promossi dalla Fondazione Grosseto Cultura, in collaborazione con CCIAA, Comune e Provincia di Grosseto.

E non finisce qui. Maremma WineFood Shire è anche Festa della Maremma, un contenitore più ampio ed ancora più ambizioso, volto allo sviluppo economico del territorio, che allarga il calendario delle iniziative dalla città agli altri comuni del territorio.

Oltre ai due assets principali, quali enogastronomia e turismo, con la Festa si vuole promuovere e far conoscere la qualità della vita in provincia di Grosseto, le sue tradizioni, i suoi paesaggi, la sua cultura, le sue eccellenze anche nel campo dell’arte.

La Festa della Maremma porta con sè un’altra vasta serie di appuntamenti, come mostre, visite guidate ai musei, rappresentazioni teatrali, danze popolari, trekking a tema: da Semproniano a Manciano alle vie cave di Sovana, alla scoperta dei borghi più affascinanti di una terra davvero straordinaria e dalle grandi potenzialità.


ORARI venerdì 16.30 – 22.00; sabato e domenica 10.30-22.00

MAREMMA WINE FOOD SHIRE

GROSSETO – 17-18-19 maggio 2013

Passare un weekend in Maremma pur facendo tappa
nel centro storico di Grosseto!
dall’atmosfera al food,  dal paesaggio ai vini, dalle storie alle esperienze,
tutto sarà autenticamente maremmano

 


La Maremma si racconta nelle antiche piazze di Grosseto

Glamour e understatement al tempo stesso, questa è la Maremma. Charme ed emozioni allo stato puro. Appartata, segreta, riservata a chi è sensibile alla bellezza. Una terra in parte remota e schiva dal fascino intimo di luoghi fortemente preservati.  Una terra soprattutto dove la natura si sente ancora forte.
Superata la ritrosia, quest’anno la Maremma si mostrerà al pubblico in una lunga tre giorni,
17-18-19 maggio con un grande salotto open air lungo le vie e le piazze più suggestive del centro storico di Grosseto che ne rappresenta un po’ il cuore e la “capitale”.
E’ MAREMMA WINE FOOD SHIRE, la prestigiosa vetrina dei vini, delle eccellenze agroalimentari, della cultura maremmana e del suo artigianato artistico, ideata da Giovanni Lamioni, maremmano doc e presidente dalla Camera di Commercio di Grosseto che organizza la manifestazione in collaborazione con la Provincia e il Comune di Grosseto.
MAREMMA WINE FOOD SHIRE, per la prima volta porta la Maremma toscana coi  suoi prodotti e i suoi produttori (130 in totale), ma soprattutto uno stile di vita maremmano, un’identità forte, dentro la cerchia delle possenti mura esagonali che racchiudono il suggestivo borgo medievale di Grosseto. Insomma in scena va tutto il gusto della Maremma.
Sarà una vera festa a scala urbana, pur immersi nella ruralità maremmana, attraverso il nucleo più caratteristico del centro storico e i suoi spazi più suggestivi collegati da un percorso a tema e al calar della luce da un suggestivo gioco di luci e proiezioni su mura e facciate. Si comincerà da piazza Baccarini la stessa del Museo Archeologico, proprio accanto alla riservata piazza san Francesco dove nella sezione Artour, il bello in piazza, saranno riunite le arti e l’artigianato artistico, poi si entrerà nella scenografica piazza Duomo per poi passare in piazza Dante e spostarsi infine in piazza del Sale proprio sotto le mura.
Il “racconto” maremmano si dipana lungo spazi caratterizzati da un’impronta eco fashion attraverso immagini, storie, sapori, profumi, atmosfere che parlano di una terra in cui è forte la commistione tra natura e arte, ruralità autentica e storia. Una terra vocata al bello quanto al buono con prodotti eccellenti e vini memorabili, frutto di una viticoltura all’avanguardia in un terroir sempre più emergente.
Eccellenze da scoprire e degustare a Maremma Wine Food Shire attraverso “wine tasting” e “classi del gusto” coordinate da Paolo Massobrio insieme a nomi come l’enologo di fama Graziana Grassini, Marco Lombardi con la sua “cinegustologia”, e molti altri. Tra gli appuntamenti; il racconto itinerante dei profumi e sapori di Maremma (di piazza in piazza con Paolo Massobrio e i “Briganti di Maremma”, oppure le dimostrazioni e le degustazioni, dal pesce ai più tipici prodotti maremmani preparati sul posto secondo ricette di tradizione. E ancora, “colazioni maremmane”, “merende sul prato”, “cene del casolare”. Una Maremma da assaporare anche a casa facendo shopping nelle tante botteghe del centro storico che in questi tre giorni presenteranno vetrine speciali a tema Maremma. Così come si potrà seguire un percorso del gusto dedicato nei ristoranti del centro che proporranno menù maremmani e carte dei vini del territorio.
All’interno della manifestazione entro aree suddivise in 
WINE, FOOD, ARTI saranno gli stessi produttori storici e i più giovani a raccontare la qualità, il lavoro che c’è dietro l’eccellenza, gli artigiani del gusto come quelli delle arti, i pescatori come i butteri o gli allevatori. I maestri d’ascia come gli stylist che realizzano esclusivamente capi di sartoria maremmana. E ancora, i cantori di storie e tradizioni millenarie come “Il Maggio”, così come chi ha scelto di fare musica contemporanea a partire da quella popolare ed etnica e che accompagnerà queste tre notti maremmana sotto le stelle e giochi di luce fino a “tirar tardi”, come si dice da queste parti.
Lasciata la “Festa Maremmana” nel cuore di Grosseto, non resta che allontanarsi dalla città e dopo una manciata di chilometri, magari anche in bicicletta, perdersi lungo strade poco battute, sentieri che costeggiano il mare o viottoli di campagna. Macchia mediterranea e boschi intricati, borghi fiabeschi in pietra, torri e castelli. Spiagge assolate e radure fitte di fiori selvatici, paesaggi di una luminosità intensa, rocce a picco sul mare e colline dolci, appena accennate ma ideali per gli ulivi e le viti. Lungo il percorso non mancheranno occasioni di soste in altri centri storici che durante i giorni della Festa della Maremma organizzano tante iniziative: dal teatro alla musica popolare di tradizione, dal cinema alla poesia o alla fotografia, dalle visite guidate al trekking.
La Maremma proprio quando sembrava di conoscerla continuerà a sorprendere ed emozionare.

ORARI venerdì 16.30 – 22.00; sabato e domenica 10.30-22.00

Ed ecco una curiosità

VESTIVAMO ALLA MAREMMANA

In mostra a Grosseto per Maremma Wine Food Shire dal 17-19 maggio, salotto open air nelle piazze del centro storico, ci sono anche gli artigiani dell’Antica Sartoria di Maremma che realizzano abiti tagliati a mano. Maremma da sfilata che troviamo nella sezione di Artour il bello in piazza (piazza San Francesco) con le arti e l’artigianato di tradizione. Sulle altre piazze coinvolte anche gusto e sapori di Maremma raccontati da Paolo Massobrio, fotografia e cinema in una Grosseto dall’aria rural chic in questi tre giorni.
Moda maremmana doc indossata da coloro che vanno alla ricerca di capi un tempo tipici di butteri e cacciatori o magari dei briganti e che ora fanno moda. Ma non solo tele rustiche e fustagno per le giacche maremmane, anche morbidi velluti da sfoggiare nelle tenute dopo una cavalcata a cavallo o una battuta di caccia tra boschi e macchia mediterranea.  E per chi vuole scoprire la Maremma a piedi invece il trekking parte proprio dalla piazza cuore dell’evento, piazza Baccarini.

[suffusion-the-author]

[suffusion-the-author display='description']

Sorry, the comment form is closed at this time.